28/10/2012

28/10/2012 Festival for 1700 years of the vision of the Cross of Constantine and the Battle of the Bridge of Milvio
Delegation Tuscany
 
La Delegazione Toscana ha festeggiato l importante anniversario dei 1700 anni della visione della Croce , apparsa all imperatore Costantino , nella notte che precedette la battaglia del ponte Milvio. La giornata si è articolata con un momento di preghiera e di cultura, nel rispetto dei principi fissati dal nostro Santo Padre nella Lettera Apostolica Porta Fidei (11 ottobre 2011), sulla necessità di riscoprire il cammino della Fede per mettere in luce con sempre maggiore evidenza la gioia ed il rinnovato entusiasmo dell incontro con Cristo . I diversi cavalieri,postulanti ed amici, partecipanti all evento, hanno così rinnovato la propria testimonianza di Fede, nell anno appena indetto della Fede, pregando innanzi alla Santa Croce all interno della chiesetta della Casa per Anziani delle Piccole Sorelle dei Poveri in Firenze, ove, poi, si è tenuto un interessante conferenza dal titolo Coronas Crucis Possidebimus: 28 ottobre 312, in Hoc Signo Vinces.Dalla battaglia di Costantino al ponte Milvio alla difesa dell Identità Cristiana . Il segretario cav.Fabrizio Druda ha introdotto, dopo la lettura dei saluti e ringraziamenti del Presidente duca D.Diego de Vargas Machuca e del Supervisore D.Domenico Serlupi Crescenzi Ottoboni, i vari relatori che si sono alternati, presentando variegati interventi sul significato spirituale della Santa Croce, nonché sui fatti storici della battaglia imperiale al ponte Milvio in Roma e sulla conse-guente istituzionalizzazione della religione cristiana nelle province romane, per arrivare ai tempi moderni con le problematiche inerenti la valorizzazione e difesa della Identità Cristiana,sempre più colpita e messa in discus-sione dall intransigenza integralista  e dalla super-ficialità spirituale( Il nocciolo della crisi della Chiesa in Europa è la crisi della fede. Se ad essa non troviamo una risposta, se la fede non riprende vitalità, diventando una profonda convinzione ed una forza reale grazie all incontro con Gesù Cristo, tutte le altre riforme rimarranno inefficaci ). Il giovane Don Francesco ha evidenziato l essenza della spiri-tualità nella simbologia della Croce, che è vincente dinanzi a tutte le difficoltà della vita ( La vittoria della Croce ), portando la sua diretta esperienza di nuovo parrocco di una comunità  di un quartiere fiorentino con grosse criticità.Il prof.Cipriani dell Università di Firenze ha presentato nei dettagli la vicenda della battaglia di Saxa Rubra e di tutte le iniziative sulla tolleranza religiosa dell imperatore Costantino, con uno sguardo all impero romano fino al XV secolo ( Il trionfo di Costantino e del Cristianesimo nella Roma Imperiale ).Il dr.Cinquini del Comitato Lucchese Lucio III Papa si è soffermato sulle attuali problematiche della chiesa cristiana, sia in Occidente che nel resto del mondo, pur restando sempre garante della libertà per l umanità per mezzo della Croce di Cristo ( La Croce di Cristo,segno universale di libertà per l umanità ).Mons.Scarabelli della Società Italiana di Scienze Ausiliarie della storia ha ricordato come i principi spirituali della conversione di Costantino al Cristianesimo e suoi successivi precetti siano poi divenuti le principali finalità statu-tarie dell Ordine Costantiniano di S.Giorgio (A.D. 312-313: alcune riflessioni sulla spiritualità dell Ordine Costantiniano ). Il Delegato Duca D.Ettore d Alessandro ha ringraziato i partecipanti, soffer-mandosi sulla concomitanza dell evento Costantiniano, che fu particolarmente celebrato nel secolo scorso anche con varie iniziative dell Ordine Costantiniano in Roma, con il cinquantesimo del Concilio Vaticano II° che ha rappresentato altra importante tappa storica della Chiesa cattolica nel processo di rinnovamento e diffusione, pur rimanendo legata a certe tradizioni, messe però in crisi dalla cultura modernista. Alla giornata di Fede e Cultura erano presenti i confratelli marchese N.Ridolfi, P.De Leo, A.d Alessandro,M.Pescini,F.Biagini,S.Mazzeo,M.Chiggio,I.Toni,C.Testi, S.Berti,P.Calvani,C.M.Ciani,M.Matteucci,G.Lo Sardo, G.Marinelli, G.Scarpino, D.Limpido, M.Isernia. A fine conferenza sono state distribuite le copie del libro del Delegato Avv.Saccarello sullo SMOC, nonché la Delegazione Toscana ha espresso il suo ringraziamento al benefattore Regoli Brizzi, presente all evento, che ha collaborato all iniziativa di mantenimento agli studi della studentessa Daniella in Terra Santa.Una piccola offerta è stata raccolta per le Sorelle dei Poveri.
 
The Delegation Tuscany has celebrated the important anniversary of the 1700 years of the "vision of the Cross" , which appeared to the Emperor Constantine, the night before the battle of the Milvian Bridge. The day is structured with a moment of prayer and culture, in accordance with the principles laid down by our Holy Father in his Apostolic Letter "Porta Fidei" (11 October 2011), the need to rediscover the "journey of faith to highlight with growing evidence of the joy and renewed enthusiasm of the encounter with Christ. " The different riders, postulants and friends attended the event, so they renewed their testimony of faith, just launched in the year of the Faith, praying before the Holy Cross in the church of the Home for the Aged of the Little Sisters of the Poor in Florence, where, then, was held an interesting lecture entitled "Cross Coronas Possidebimus: October 28, 312, in Hoc Signo Vinces.From the Battle of Constantine at the Milvian Bridge to the defense of the Christian Identity." The Secretary hors. Fabrizio Druda introduced, after reading the greetings and thanks of the President D.Diego Duke de Vargas Machuca and the Supervisor D.Domenico Serlupi Crescenzi Ottoboni, the various speakers who took turns presenting diverse interventions on the spiritual significance of Holy Cross, as well as the historical facts of the battle at the Milvian Bridge in imperial Rome and the consequent institutio-nalization of the Christian religion in the Roman provinces, to come to modern times with issues concerning the promotion and defense of Christian Identity, more and more impressed and challenged intransigence and fundamentalist spiritual superficiality ("The crux of the crisis of the Church in Europe is the crisis of faith. If it can not find an answer, if faith does not resume vitality, becoming a deep conviction and real strength thanks to ' encounter with Jesus Christ, all other reforms will remain ineffective "). The young Don Francesco showed the essence of spirituality in the symbolism of the Cross, which is winning in front of all the difficulties of life ("The Victory of the Cross"), increasing its direct experience of the new parish priest of a community of a Florence neighborhood with large problems. The teacher Cipriani of the University of Florence presented in detail the story of the battle of Saxa Rubra and all the initiatives on religious tolerance of the Emperor Constantine, with a look to the Roman Empire until the fifteenth century (" The triumph of Constantine and Christianity in the Roman Empire "). The doctor Cinquini of The Committee Lucchese Pope Lucius III focused on current problems of the Christian Church, both in the West and in the rest of the world, while continuing guarantor of freedom for the 'humanity through the Cross of Christ ("The Cross of Christ, the universal sign of freedom for humanity"). Mons.Scarabelli of the Italian Society of Sciences Auxiliary history has remembered as the spiritual principles of the conversion of Constantine to Christianity and its subsequent precepts are then become the main statutory purposes of the Constantinian Order of St. George ( AD 312-313: some reflections on the spirituality of the Constantinian Order "). The Delegate Duke D.Ettore d Alessandro thanked the participants, focusing on the conjunction event of Constantine, which was particularly celebrated in the last century with the various initiatives of the Constantinian Order in Rome, with the fiftieth anniversary of the Second Vatican Council that represented another important milestone and the Catholic Church in the process of renewal and dissemination, while remaining bound to certain traditions, however, put into crisis by the modernist culture. At the end of the conference were distributed copies of the book Delegate Avv.Saccarello on SMOC and the Delegation of Tuscany has expressed her gratitude to the benefactor Sir.Regoli Brizzi, present at this event, which has worked together to maintain the studies of student Daniella in Jerusalemm.A small donation was collected for the Sisters of the Poor.
 

 

Contacts Royal Deputation

  |  

Sitemap

  |  

Links

  |  

Guestbbook

  |  

Webmaster

  |  

Contacts Royal Deputation

  |  

Sitemap

  |  

Links

  |  

Guestbbook

  |  

Webmaster

  |  

You are here:  >> News  >> Archive 2012